Umbria Jazz

(ASI) Con il presente concerto siamo quasi all’epilogo di Umbrai Jazz 2013, quarantesimo anniversario. Un Festival di Jazz tra i più importanti al mondo che per questa occasione ha ospitato i migliori musicisti di questo genere, prime assolute ed incontri musicali eccezionali.

Prima mondiale di un incontro verificatosi solo tre volte dal 1978
(ASI) Non si può certo affermare che questa Quarantesima edizione  di UJ sia scevra di concerti ed eventi eccezionali, con ospiti che ormai appartengono alla storia del Jazz. Certamente il concerto tenutosi questa notte, venerdì 12 luglio 2013 presso il main stage di Santa Giuliana a partire dalle 21:45, è sicuramente uno di essi.

Special guests Gregory Porter e Cecile Mclorin Salvant - Giovedì 11-luglio 2013 - Arena Santa Giuliana ore 22:00
  (ASI) Un tuffo nella tradizione con arrangiamenti e composizioni di lavori di Duke Ellington e Count Basie. Parlare della tradizione è delicato e implica una serie di fattori culturali che sono necessari al di là delle sole competenze musicali.

(ASI) Escludendo il solito  “circo” inziale e finale, in fondo atteso e che è per me risultato essere non solo folkloristico o stravagante ma addirittura ironico (Jarrett inizia subito con un “See you later” e finisce con degli inchini rivolti in opposizione al pubblico, voglio sperare poiché destinati agli altri musicisti che componevano il trio) ritengo che sia stato un concerto perfetto.

Suona al Santa Giuliana il norvegese Jan Garbarek, promosso in prima serata per la defezione di Sonny Rollins.   (ASI) Anche egli sassofonista, uomo di punta della casa discografica ECM , classe  1947, è da decenni il personaggio di punta del jazz nord europeo, ed ha spaziato, in passato, in tutti i campi del jazz, talvolta privilegiando omaggi alla musica scandinava, talvolta affidandosi a collaborazioni illustri (tra gli altri il socievole Keith Jarreth).

(ASI) Con fare sornione e intrigante mi dice: “guarda che stanotte ti leggo!” ed io: “fai pure, sari la prima degli oltre cinquemila lettori giornalieri che ci frequentano”; ma tra me e me nutro perplessità dal momento che il mio interlocutore non era stato al concerto e che male avrebbe potuto immaginare le sensazioni dello stage di apertura, solo basandosi sulle seguenti poche righe.

(ASI) Siamo arrivati anche quest’anno alle porte della manifestazione  che ci tiene col fiato sospeso per il concerto della Krall,  pianista-jazz singer dalla voce a volte classica e sempre suadente, tradizionalmente dai toni pacati. L’occasione di quest’anno è rappresentata dal compleanno dei Quaranta anni dalla fondazione del Festival come testimoniato da un volume dedicato ai manifesti di tutte le edizioni, intitolato appunto “Posters: quarant’anni da sfogliare”.

(ASI) Si avvicina Umbria Jazz 2013, che inizierà con il mai stage “Glad Rag Doll” della notissima Diana Krall proprio venerdì 5 luglio prossimo ed una marcata storica presenza di Renato Sellani presso la Bottega del Vino nelle ore di aperitivo. Dalle 20:00 in avanti poi, per il primo anno in assoluto, il Palazzo della Penna ospiterà lo “Young Jazz” con DJ Set Moontalk - The Schroeders e Hobby Horse.

(ASI) Sarà una edizione memorabile e di livello indiscutibilmente alto quella che si terrà a Perugia tra il 5 e il 14 luglio 2013. Sarà celebrato infatti il quarantesimo anniversario dalla nascita della manifestazione attraverso una serie di interpreti che faranno di Perugia la piazza di musica jazz più interessante a livello mondiale quanto meno per tutta la prossima estate.

(ASI) “Non ho nemmeno un seme quando comincio: è come partire da zero” ecco il motto tratto dal suo sito ufficiale del pianista statunitense Keith Jarrett che parteciperà dopo sei anni alla edizione di Umbria Jazz 2013 in scienza dal 5 al 14 luglio. Dopo uno scontroso atteggiamento rivolto al pubblico perugino, una giustificabile avversione per le foto in corso di esecuzione torna un grandissimo pianista jazz, di matrice classica per tecnica e arte improvvisatoria, caratterizzato da una grande ecletticità, enorme originalità stilistica e altrettanto grande inventiva ed estro musicali.

(ASI) “Non ho nemmeno un seme quando comincio: è come partire da zero” ecco il motto tratto dal suo sito ufficiale del pianista statunitense Keith Jarrett che parteciperà dopo sei anni alla edizione di Umbria Jazz 2013 in scienza dal 5 al 14 luglio. Dopo uno scontroso atteggiamento rivolto al pubblico perugino, una giustificabile avversione per le foto in corso di esecuzione torna un grandissimo pianista jazz, di matrice classica per tecnica e arte improvvisatoria, caratterizzato da una grande ecletticità, enorme originalità stilistica e altrettanto grande inventiva ed estro musicali.

Pagina 4 di 4

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web: Eptaweb - Copyright © 2010-2016 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.