(ASI) Si avvicina Umbria Jazz 2013, che inizierà con il mai stage “Glad Rag Doll” della notissima Diana Krall proprio venerdì 5 luglio prossimo ed una marcata storica presenza di Renato Sellani presso la Bottega del Vino nelle ore di aperitivo. Dalle 20:00 in avanti poi, per il primo anno in assoluto, il Palazzo della Penna ospiterà lo “Young Jazz” con DJ Set Moontalk - The Schroeders e Hobby Horse. Quanto a Diana Jean Krall (classe 1964) va ricordato che è una cantante e pianista jazz canadese, che ha venduto oltre 6 milioni di dischi negli USA e oltre 15 in tutto il mondo. Nel decennio 1990-2000 è stata l'artista jazz donna più venduta e ascoltata. Come cantante è l'unica nel jazz ad aver vinto finora tre Grammy Awards e molti Juno Awards. La carriera artistica di Diana iniziata nel 1993 vanta numerosi album a partire da Stepping Out, registrato con John Clayton e Jeff Hamilton; Only Trust Your Heart concepito per la sua voce "calda, intima ed elegante”; All for You, (nomination ai Grammy); Love Scenes, registrato con Russel Malone alla chitarra e Christian McBride al contrabbasso; When I Look in Your Eyes (vincitore del  Grammy Award); The Look of Love; Live in Paris che contiene reinterpretazioni di Joni Mitchell e Billy Joel (vincitore di un altro Grammy Award). Nel 2003 la Krall sposa Elvis Costello musicista inglese che co-firma sei canzoni di un nuovo disco della pianista: The Girl in the Other Room, pubblicato nel 2004.
Tornando al programma della manifestazione comunque non mancherà come atteso la grande tradizionale quantità di concerti gratuiti nei punti di ascolto pubblici di Piazza IV Novembre e dei Giardini Carducci-Conad Stage che ospiteranno una varietà di artisti quali: Funk Off, Gianluca Pellerito Quintet,  Bobby Jones & The Nashville Gospel Superchoir, Stefano Mincone Group, Sarah Mckenzie, Allan Harris Quintet, Rockin’ Dopsie & The Zydeco Twisters, Sarah Mckenzie, Larry Monroe - Donna Mcelroy Band Feat. The Berklee Faculty, Allan Harris Quintet, Rockin’ Dopsie & The Zydeco Twisters.

La caratteristica sarà dunque sostanzialmente la stessa degli altri anni: quella di garantire in modo volutamente sovrapposto una ampia scelta di generi attinenti al Jazz attraverso una variegata gamma di artisti che saranno in grado di emozionare gli spettatori in base al punto in cui essi si troveranno, nell’ambito del centro storico. Non mancheranno neppure i servizi di ristorazione, stand e punti di ristoro. Nei giorni successivi sarà attivo anche il teatro Morlacchi dove si potrà ascoltare un Jazz da intenditori, quanto “professionale”, grazie ad artisti come Paolo Fresu. Attesissimo poi il concerto di Domenica 7 luglio del trio Keith Jarrett, Gary Peacock, Jack Dejohnette
che si configura come storico e che si terrà presso il palcoscenico del Santa Giuliana alle ore 21:00.

Giuseppe Nardelli – Agenzia Stampa Italia