Speciale

(ASI) L’Aquila - E’ imminente l’uscita di un interessante volume di Emanuela Medoro, “Gli Stati Uniti d’America visti dall’Italia”, una selezione di scritti che dal Febbraio 2008 all’Agosto 2010 hanno “osservato” quel grande Paese, prima e dopo le elezioni che portarono alla presidenza Barack Obama. Il libro, che sarà disponibile in formato elettronico (e-book) attraverso la vendita on line, è una straordinaria guida alla comprensione della politica negli States.

(ASI) Banche e fondi alla ricerca di profitti rapidi portano alla rovina interi Paesi. Gran parte del denaro scambiato sui mercati finanziari internazionali deriva da speculazioni e non ha niente a che vedere con l’economia reale. Colui che fa muovere il globo intero; cioè il Dio denaro, cos’è realmente? Di per sé è essenzialmente qualcosa di inutile: un pezzo di carta o, più spesso, un numero registrato su un conto.

(ASI) Quando un bovino, un pollo o un maiale arrivano sul banco delle macellerie hanno spesso alle spalle un lungo percorso di sofferenza. Nei grandi allevamenti industriali, le bestie vivono in spazi ristretti e vengono trattate come macchine. I tori vengono castrati senza analgesici, solo pochi animali sono liberi di muoversi all’aria aperta. Il loro nutrimento consiste essenzialmente in mangime concentrato, non di rado mescolato con ormoni e antibiotici che accelerano la crescita, in modo da poter anticipare la macellazione.

(ASI) La globalizzazione ha reso i gruppi multinazionali i Signori del mondo. Fanno pressione sui governi, traggono profitti dallo sfruttamento, dalla violazione dei diritti umani e dalla distruzione dell’ambiente e inoltre mettono a repentaglio la democrazia. Se vogliamo comprendere per quale motivo le ricchezze del mondo siano distribuite in maniera così poco equa dobbiamo interessarci di economia teorica.

(ASI) Le grandi imprese e i loro proprietari hanno potenti organi di rappresentanza. In Germania l’Associazione tedesca delle camere dell’industria e del commercio (Deutscher Industrie und Handelskammertag), in Austria la camera di commercio (Wirtschaftskammer) o l’Associazione degli industriali (Industriellenvereinigung), in Svizzera l’Economiesuisse.

  (ASI) Le sostanze rilasciate dalle scie chimiche vengono impiegate anche per scopi militari, ed in particolare per ottimizzare il funzionamento di alcune tecnologie radar e per la modificazione del clima.

(ASI) Il nostro cielo è solcato quotidianamente da aerei “sconosciuti”, ovvero senza sigle di riconoscimento ed “invisibili” ai radar che, senza tema di smentite, si possono ricondurre al fenomeno delle scie chimiche. Il problema fu portato all’attenzione dell’opinione pubblica nel 2008, quando alcuni sindacalisti dell’Air Traffic Management Professional Project (ATMPP), la Federazione italiana che raduna le quattro maggiori sigle sindacali e professionali dell’assistenza al volo, denunciarono formalmente la presenza di un “traffico sconosciuto” nei nostri cieli.

(ASI) Un giornalista deve raccontare fatti, storie, non tanto per se ma per la gente. Per coloro che leggono. I giornalisti italiani e non solo, insieme a tutta la giungla dei media che la compongono come è ben noto omettono dal dire notizie, fonti, storie al pubblico, ai fruitori che le leggono. In un Paese civile come l’Italia questo mestiere è diventato come quello dei camerieri politici al soldo del sistema, del potere.

(ASI) Ottima iniziativa quella dell'Associazione di Promozione sociale "Casa Pound", che mira a ricordare uno dei più grandi eventi della Prima Guerra Mondiale. Ecco il loro comunicato commemorativo: “La mattina del 9 agosto, alle ore 05:50, dal campo di aviazione di San Pelagio (Due Carrare - Padova) partirono undici apparecchi monoplano SVA .

(ASI) Sfuggire alle influenze persuasive della pubblicità è oggi un proposito impervio per chiunque. Rispetto ai nostri predecessori, infatti, noi uomini contemporanei subiamo condizionamenti culturali, programmati e mirati, oltremodo intensi.

(ASI) In principio furono Reagan e Gorbaciov negli spensierati anni ’80 ed i loro incontri al vertice mirati alla riduzione degli armamenti nucleari nel Vecchio continente. L’Unione sovietica a furia di inseguire le spese militari a stelle e strisce si stava impoverendo e così il plenipotenziario comunista accettò le richieste statunitensi che di fatto mantenevano ed accrescevano il predominio americano avviando l’Urss verso una crisi che avrebbe provocato la fine del capitalismo di Stato.

(ASI) Il popolo Karen, che conta oltre sette milioni di persone, ha tutte le peculiarità di una Nazione avendo una propria cultura, una propria lingua, una propria storia e soprattutto una propria terra. Originari della Mongolia e del Tibet, i Karen sono arrivati nei territori che oggi costituiscono il Myanmar, dopo una lunga migrazione, nel 730 Aventi Cristo. Di personalità semplice e pacifica i Karen sono costretti a combattere per la loro libertà.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2016 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.