(ASI) Abruzzo - Siamo stati in questi giorni in terra d'Abruzzo, la patria del Prof. Giacinto Auriti, saggista, giurista e politico italiano,  vissuto a Guardiagrele, un paese in Provincia di Chieti sul massiccio della Majella. Il Prof. Giacinto Auriti, scomparso nel 2006, è stato il "padre" del Simec, la prima moneta contemporanea di proprietà popolare e l'ideologo della teoria, da lui definita,  del  "valore indotto della moneta".

Le sue tesi vengono utilizzate oggi per sostenere la "teoria del complotto del signoraggio".  Il Prof. Giacinto Auriti, tra l'altro uno dei fondatori dell'Università di Teramo, staccatasi dall'allora "G.D'Annunzio" di Chieti nel 1993, pur senza aver mai compiuto studi di teoria economia, ma partendo dagli argomenti trattati dal filosofo statunitense Ezra Pound, fonda la "Scuola di Teramo" nel campo del diritto monetario, sviluppando una teoria economica che intende la moneta come unità di misura del valore e come tale accettata convenzionalmente dai chi la usa come mezzo di scambio, divenendo così uno "strumento" dello scambio di beni (teoria del valore indotto della moneta). Dunque, nel suo carattere convenzionale risiederebbe il diritto di chi ne accetta la convenzione, ossia il popolo, di esigerne la proprietà. In questo senso, le banche centrali che sono delle società per azioni private, secondo Auriti, ricaverebbero profitti indebiti dal "signoraggio" sull'emissione di cartamoneta, assumendo una importante responsabilità nell'origine del debito pubblico. Tale teoria ha assunto ancora più forza, dall'abolizione del rapporto diretto fra moneta e riserva aurea nel 1971, stabilito dagli accordi di Bretton Woods, che, secondo Giacinto Auriti,  avrebbe trasformato l'attività dell'emissione della moneta in un puro esercizio tipografico, rimarcando ancora di più il carattere convenzionale del valore monetario creato dall'accettazione del popolo di tale convenzione. Negli anni '90 Giacinto Auriti, conduce una serie di iniziative come segretario generale del "Sindacato Antiusura" (SAUS), tra quale quella di chiedere al Tribunale di Roma di dichiarare  "la moneta, all'atto dell'emissione, di proprietà dei cittadini italiani ed illegittimo l'attuale sistema dell'emissione monetaria, che trasforma la Banca Centrale da ente gestore ad ente proprietario dei valori monetari". La richiesta, però, viene respinta ed il Tribunale condanna Auriti al pagamento delle spese di giustizia.  Nel 2000, Giacinto Auriti, a sue spese, con l'aiuto dell'allora Sindaco di Guardiagrele Mario Palmerio, condusse un esperimento nella sua cittadina natale, emettendo la moneta popolare SIMEC, con lo scopo di provare le sue teorie sulla creazione di valore della moneta da parte della cittadinanza.  In seguito ad un intervento della Guardia di Finanza su disposizione della Procura di Chieti, i SIMEC in circolazione vennero però confiscati e l'esperimento fu interrotto. Ma, l'iniziativa ebbe successo perché i SIMEC erano ceduti alla pari in cambio di lire e ritirati al doppio del valore originario.
Le teorie di Giacinto Auriti, solo ultimamente iniziano a trovare spazio nell'ambito della comunità scientifica di rilievo, sopratutto dopo la privatizzazione delle banche centrali degli Stati e la cessione della sovranità monetaria di quest'ultimi alla Banca Centrale Europea, ricadendo nell'ambito di quelle particolari teorie definite "del complotto" del Signoraggio, diffuse sopratutto attraverso internet, in special modo all'interno dei siti che si occupano della sovranità popolare della moneta.Pertanto, al fine di esplorare questo "universo", siamo stati in Abruzzo, ad intervistare gli allievi del Prof. Giacinto Auriti. In particolare, abbiamo intervistato a Pescara Gianluca Monaco, il Segretario della Scuola di Studi Giuridici e Monetari "Giacinto Auriti" (sito www.giacintoauriti.com) che nel 2008 - 2009 con l'Associazione "Terra Nostra", di cui era Presidente, riprendendo le teorie "auritiane" sulla proprietà popolare della moneta, creò per un certo lasso di tempo la moneta "LA SPIGA".

A Gianluca Monaco abbiamo posto ai nostri microfoni le seguenti domande:

  • Qual'è l'eredità "auritiana" oggi?
  • Parlaci del signoraggio monetario. Cosa è? Chi e come lo esercita? Perché è negativo per l'economia delle Nazioni?
  • Come ristabilire la Sovranità Monetaria Nazionale?
  • Cosa ne pensi della privatizzazione delle Banche Centrali degli Stati?
  • Come potrebbe l'Italia uscire dalla crisi?
  • Diritto di libera emissione monetaria: nuova frontiera delle conquiste economico - sociali del futuro?

 

DUNQUE,SENTIAMO COSA CI HA DETTO IL SEGRETARIO DELLA SCUOLA DI STUDI GIURIDICI E MONETARI "GIACINTO AURITI", GIANLUCA MONACO: https://www.youtube.com/watch?v=wiRdgiAfXJo


Cristiano Vignali - Agenzia Stampa Italia

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2016 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.