ASI Giornale RadioGiornale Radio ASI del 13 aprile 2018

L'informazione mondiale in un clic.

A cura di Marco Paganelli

Un saluto dalla redazione del Gr Asi, in studio Marco Paganelli.
Apriamo con gli esteri.
Gli Stati Uniti non hanno ancora preso una decisione su un possibile attacco contro la Siria. Il presidente Donald Trump continuerà a consultarsi con gli alleati e a valutare i dati di intelligence sull’attacco chimico di sabato nel paese mediorientale. Lo ha riferito la portavoce della Casa Bianca, Sara Sanders, al termine del vertice del Consiglio di Sicurezza nazionale. Il tycoon ha telefonato poi alla premier britannica, Theresa May, con la quale ha concordato sulla necessità di “dissuadere Assad dall’ulteriore utilizzo di armi chimiche”. Il capo del governo del Regno Unito ha ricevuto ieri l’autorizzazione ,dal suo gabinetto di sicurezza, per intervenire insieme a Stati Uniti e Francia contro Damasco. Il capo dell’Eliseo, Macron, ha detto di avere le prove definitive dell’attacco compiuto da Damasco, sabato scorso, nella regione della Ghouta orientale. Nuova riunione oggi, convocata dalla Russia, del Consiglio di Sicurezza dell’Onu volta ad evitare una guerra tra la Casa Bianca e il Cremlino sul suolo siriano, ipotesi non esclusa dall’ambasciatore di Mosca nel vertice di ieri, a porte chiuse, sempre al palazzo di vetro di New York. Agenzia Stampa Italia segue sul suo sito anche oggi, con aggiornamenti in tempo reale, questa gravissima situazione internazionale che potrebbe sfociare in una terza guerra mondiale.

Veniamo in Italia.
Ultimo giorno di consultazioni per il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, in vista della formazione di un nuovo governo. Saliranno al Quirinale il presidente della Repubblica emerito, Giorgio Napolitano e i presidenti della Camera Roberto Fico e del Senato Elisabetta Casellati. Sono giunti al Colle ieri i grandi partiti. Il centrodestra è pronto a formare il nuovo esecutivo col premier indicato da Matteo Salvini. Tensione tra Lega e Movimento 5 Stelle per la dichiarazione ironica di Berlusconi ai cronisti: “Fate i bravi. Sappiate distinguere chi sono i veri democratici da chi non conosce l’abc della democrazia”, battuta rivolta al Movimento Cinquestelle. Luigi Di Maio ha chiesto all’ex Cavaliere di farsi da parte. “Centrodestra e Movimento Cinquestelle non perdano tempo, basta teatrini”, è stato invece l’appello del segretario reggente del Pd, Maurizio Martina.

Apertura in lieve rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib della borsa di Milano segnava oggi, all’inizio delle contrattazioni, un guadagno dello 0,07% a 23.322 punti.

Per il momento è tutto, grazie per l’ascolto, ci risentiamo nel prossimo appuntamento del Gr Asi.

Un saluto dalla redazione del Gr Asi, in studio Marco Paganelli.

Apriamo con gli esteri.

Gli Stati Uniti non hanno ancora preso una decisione su un possibile attacco contro la Siria. Il presidente Donald Trump continuerà a consultarsi con gli alleati e a valutare i dati di intelligence sull’attacco chimico di sabato nel paese mediorientale. Lo ha riferito la portavoce della Casa Bianca, Sara Sanders, al termine del vertice del Consiglio di Sicurezza nazionale. Il tycoon ha telefonato poi alla premier britannica, Theresa May, con la quale ha concordato sulla necessità di “dissuadere Assad dall’ulteriore utilizzo di armi chimiche”. Il capo del governo del Regno Unito ha ricevuto ieri l’autorizzazione ,dal suo gabinetto di sicurezza, per intervenire insieme a Stati Uniti e Francia contro Damasco. Il capo dell’Eliseo, Macron, ha detto di avere le prove definitive dell’attacco compiuto da Damasco, sabato scorso, nella regione della Ghouta orientale. Nuova riunione oggi, convocata dalla Russia, del Consiglio di Sicurezza dell’Onu volta ad evitare una guerra tra la Casa Bianca e il Cremlino sul suolo siriano, ipotesi non esclusa dall’ambasciatore di Mosca nel vertice di ieri, a porte chiuse, sempre al palazzo di vetro di New York. Agenzia Stampa Italia segue sul suo sito anche oggi, con aggiornamenti in tempo reale, questa gravissima situazione internazionale che potrebbe sfociare in una terza guerra mondiale.

Veniamo in Italia.

Ultimo giorno di consultazioni per il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, in vista della formazione di un nuovo governo. Saliranno al Quirinale il presidente della Repubblica emerito, Giorgio Napolitano e i presidenti della Camera Roberto Fico e del Senato Elisabetta Casellati. Sono giunti al Colle ieri i grandi partiti. Il centrodestra è pronto a formare il nuovo esecutivo col premier indicato da Matteo Salvini. Tensione tra Lega e Movimento 5 Stelle per la dichiarazione ironica di Berlusconi ai cronisti: “Fate i bravi. Sappiate distinguere chi sono i veri democratici da chi non conosce l’abc della democrazia”, battuta rivolta al Movimento Cinquestelle. Luigi Di Maio ha chiesto all’ex Cavaliere di farsi da parte. “Centrodestra e Movimento Cinquestelle non perdano tempo, basta teatrini”, è stato invece l’appello del segretario reggente del Pd, Maurizio Martina.

Apertura in lieve rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib della borsa di Milano segnava oggi, all’inizio delle contrattazioni, un guadagno dello 0,07% a 23.322 punti.

Per il momento è tutto, grazie per l’ascolto, ci risentiamo nel prossimo appuntamento del Gr Asi.

 

 

 

 

 

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2018 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.