(ASI) La Regione Lazio guidata da Renata Polverini dichiara guerra all’usura, un vero dramma sociale che colpisce migliaia di cittadini nonché il settore che va dalla grande alla piccola impresa.

 

Lunedì u.s. è stato presentato alla Pisana, alla presenza dell’Assessore regionale agli Enti Locali e alla Sicurezza Giuseppe Cangemi, la nuova bozza di legge contro il fenomeno dell’usura alle associazioni di categoria che operano per assistere le vittime di questa piaga.

La nuova proposta di legge è stata messa a punto per meglio colmare quelle criticità dell’attuale legge regionale.

In risposta alla piaga dell’usura verranno messi in campo una serie di strumenti che andranno a contrastare e a reprimere in un primo caso e, con strumenti di prevenzione e sostegno dall’altro. Proprio gli ultimi due citati sono le componenti più importanti della proposta di legge.

Verranno organizzati progetti , più facilità all’accesso al credito con interventi mirati da parte delle vittime.

Proprio coloro che sono colpiti dall’usura verranno indirizzati in uno dei centri di ascolto che saranno o sono già operanti nel Lazio. Presso questi centri ci sarà personale qualificato che accoglierà le persone vittime dell’usura.

Il personale è altamente preparato, ognuno con competenze nei vari settori. Si va dall’ambito bancario, assistenza, informazioni in generale, consulenza tecnica. Il nuovo testo andrà ad ampliare e sviluppare ancora di più l’esperienza già messa in campo dagli sportelli antiusura presenti nel territorio regionale.

E sempre per quel che riguarda il territorio regionale verrà costituita un consulta di contrasto al fenomeno usura, presieduta dal Presidente del Comitato Regionale Antiusura, il quale presenterà periodicamente un rapporto sulle attività svolte e fornire un quadro complessivo delle azione poste in campo, segnalando tra l’altro nuove aeree da inserire nelle linee di intervento che andranno a far parte del nuovo testo di legge.

Davide Caluppi- Agenzia Stampa Italia