(ASI) Perugia- Sono state approvate, lo scorso 21 Ottobre, le graduatorie provvisorie per l’assegnazione dei contributi del Fondo Nazionale per la locazione, a favore dei conduttori di alloggi che hanno un’elevata incidenza del canone sul reddito annuo del nucleo familiare: 291 beneficiari  ammessi (di cui 65 con riserva) per un totale presunto di contributi pari a  €.  814.303,82; 580 le domande escluse, con relative motivazioni.

Queste ultime sono considerate in un elenco provvisorio per eventuali ricorsi che potranno pervenire entro e non oltre 15 giorni dalla pubblicazione della graduatoria, all’albo pretorio (23.10.2013 – 06.11.2013).

Di fatto, alla scadenza del bando, l’Ufficio competente ha provveduto a istruire 872 domande, di cui 869 inviate entro il termine stabilito e 3 oltre la scadenza del Bando. Da controlli effettuati, fra tutte le domande pervenute 1 è risultata doppia e quindi non registrata. Dall’istruttoria sono risultate 291 domande ammesse e 580 escluse in quanto non in possesso dei requisiti previsti dal Bando. Le verifiche dei requisiti in possesso del richiedente titolare della domanda e di tutti i componenti il nucleo familiare hanno riguardato il reddito del richiedente e del nucleo familiare dello stesso; la non titolarità nella Regione Umbria di proprietà, nuda proprietà, comproprietà, usufrutto, uso e abitazione su un alloggio o quota parte di esso adeguato alle esigenze del nucleo familiare anagrafico; la residenza nel Comune da un anno per i cittadini italiani o comunitari e la residenza da almeno 10 anni in Italia ovvero 5 anni nella Regione Umbria per i cittadini extracomunitari; la regolarità delle dichiarazioni e della documentazione prodotta tramite l’Ufficio dell’Agenzia delle Entrate.Dai controlli effettuati sono risultate 65 domande “ammesse con riserva” in quanto quello che è stato dichiarato dagli interessati nella domanda non corrisponde al riscontro dei controlli effettuati dall’Ufficio relativi ad alcuni requisiti.

I titolari delle stesse dovranno regolarizzare la propria posizione entro e non oltre 7 giorni dall’arrivo della comunicazione, già inviata con raccomandata,  pena l’esclusione.

La Giunta Regionale ha provveduto a ripartire, fra i Comuni, le risorse del Fondo Nazionale per la locazione: l’importo assegnato al Comune di Perugia, destinato al bando emanato nel mese di settembre 2012, risulta di€ 567.124,52.

Le erogazioni a favore dei Comuni saranno effettuate solo dopo che gli stessi avranno inviato alla Regione il provvedimento di approvazione delle graduatorie definitive.

Il Comune di Perugia, nel Settembre 2012  ha  assunto  l’impegno di spesa per un importo di € 250.000,quale co-finanziamento del Fondo Nazionale per la locazione. Quindi, l’importo totale è € 817.124,52.

L’approvazione delle graduatorie definitive, avverrà una volta esaminati gli eventuali ricorsi con conseguente liquidazione dei contributi, e accertato l’incasso della somma assegnata al Comune di Perugia dalla Regione dell’Umbria.

L’ASSESSORE LIBERATI: “Il problema abitazione è un fatto prioritario che sta investendo sempre più persone, anche a causa della crisi economica. Il Comune di Perugia risponde mettendo in campo tutte le azioni possibili, anche con un sistema di controlli rigorosi per evitare che chi non ha i requisiti usufruisca di quello che consideriamo un diritto fondamentale, la casa. Sappiamo che per molte famiglie l’affitto incide in maniera spropositata sul proprio reddito e il Comune è pronto a sostenere e tutelare, nei limiti di un bilancio fortemente penalizzato da tagli, le fasce più deboli e bisognose della popolazione”.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web: Eptaweb - Copyright © 2010-2016 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.