(ASI) Roma - "Un decreto scuola che riesce a discriminare quasi tutte le categorie di lavoratori. Dagli assistenti amministrativi al personale educativo, dagli insegnanti di religione ai precari di terza fascia. Oltre 50.000 insegnanti precari, rischiano di vedere seriamente compromesso il proprio percorso professionale, dopo aver lavorato per anni nelle nostre scuole, a causa della malcelata avversione ideologica di Pd e M5S nei confronti degli stessi.
Unica consolazione, quella di essere riusciti come Lega, ad ottenere l'allargamento della platea dei partecipanti al concorso straordinario, comprendendo tra i requisiti necessari l'annualità in corso e l'estensione temporale del servizio svolto al 2008. Tutto questo dopo giorni di dura opposizione. Per tutta la durata della discussione sugli emendamenti, il Ministro Fioramonti non si è visto in Aula e la cosa non ci stupisce, considerato il suo disinteresse per il destino dei lavoratori della scuola.
Nessuno però si stupisca se poi, quando ai cittadini viene concesso il voto, dalle urne escono delle batoste elettorali, ed il mondo della scuola si appresta a riservare al M5S lo stesso trattamento dedicato a Renzi. Anzi, questo governo se possibile, sta riuscendo a fare peggio della "buona scuola" di renziana memoria.
 
Così in una nota il deputato della Lega Rossano Sasso, relatore del decreto scuola oggi in discussione alla Camera.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2019 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.