(ASI) «Elisabetta Trenta viene colta con le mani nel sacco e il M5S va nel panico: il loro capo Di Maio dice che nessuno nel Movimento sapeva che il loro ex ministro della Difesa viveva in una casa dello Stato in centro a Roma e sul Blog delle Stelle parlano di MOSE pur non di dare spiegazioni ufficiali sul caso.

Un’altra conferma dell'ignobile ipocrisia di un partito nato per combattere i privilegi ma che ora di privilegi vive. Di Maio è il capo del M5S e come tale ha il dovere di chiarire e assumersi le responsabilità dei suoi dirigenti. Basta con le prese in giro». Lo dichiara il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni

 

 

 

Foto di repertorio

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2019 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.