(ASI) Milano - In merito al possibile trasferimento dell’attività di internazionalizzazione dal Ministero dello Sviluppo Economico al Ministero degli Affari Esteri, Giovanni Laezza, presidente di AEFI-Associazione Esposizioni e Fiere Italiane, commenta: “Come AEFI auspichiamo che il trasferimento paventato rimanga un’ipotesi.

Temiamo, infatti, che il passaggio delle competenze tra i due Ministeri possa rallentare le attività e lo sviluppo dei progetti già avviati e volti a supportare il processo di crescita e internazionalizzazione delle nostre fiere e l’export delle nostre imprese.

Da anni collaboriamo con il Mise; un dialogo che è stato continuo e costruttivo e che, nonostante la pluralità dei referenti che si sono succeduti, ci ha permesso di far comprendere le problematiche del settore e ottenere alcuni riconoscimenti, come l’inserimento delle Fiere nel Piano Straordinario per il Made in Italy.

La nostra preoccupazione è che l’intero comparto - che genera affari per oltre 60 miliardi di euro, dando origine al 50% dell’export delle aziende che vi partecipano – non venga sostenuto né riconosciuto quale strumento di politica industriale e che le nostre istanze vengano bloccate. In occasione della Giornata Mondiale delle Fiere dello scorso 6 giugno, era stato avviato l’iter per la costituzione di un tavolo integrato di confronto sul settore fieristico con Mise, Ice e tutti gli attori del sistema, per trovare insieme la migliore strategia volta a valorizzare e rafforzare il ruolo delle fiere. Speriamo quindi che presto questo tavolo possa concretizzarsi o che fin d’ora le fiere possano essere parte della cabina di regia  per l’internazionalizzazione”.

Conclude la dichiarazione di Giovanni Laezza, presidente di AEFI-Associazione Esposizioni e Fiere Italiane.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2019 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.