bagnasco copy(ASI) Roma  - “Sono ore difficili per i 5Stelle che, dopo aver dovuto ingoiare il boccone amaro sull’assegnazione dei Giochi Olimpici a Milano-Cortina, oggi si trova a dover prendere atto della pubblicazione dei bandi, da parte di Telt, per i lavori della Tav in Italia.

E sul tema la confusione in casa 5Stelle regna sovrana: mentre il Ministro alle Infrastrutture Toninelli si appresta a dichiarare che i fondi possono essere spesi meglio; il vicepremier Di Maio insiste sul regalo alla Francia e denuncia un fantomatico attacco contro il Movimento orchestrato da chi, con Olimpiadi e Tav, vuole cementificare l’Italia; la viceministra Castelli invece dichiara di essere favorevole ad una mini Tav. Non dobbiamo dimenticare inoltre le dichiarazioni dell’ex “Guru” Tav, Paolo Foietta, e del suo dietrofront che ha dell’incredibile. Infatti, dopo aver avallato le varie proposte dei pentastellati è costretto ad ammettere che le ipotesi non sono praticabili in quanto i lavori per la TAV, nel frattempo, sono andati avanti e sospenderli o modificarli ora, non solo non sarebbe praticabile per motivi strettamente tecnici, ma anche per una questione economica. Abbandonare allo stato attuale il progetto, approvato in sede internazionale costerebbe alle casse dello Stato circa 3,1 miliardi di euro. Siamo all’ultimo atto di una commedia che continua a far perdere credibilità all’Italia. Chiediamo pertanto che il premier Conte chiarisca immediatamente la posizione del Governo, per porre fine a tutto questo dilettantismo così distruttivo per il Paese”. È quanto ha dichiarato in una nota il deputato di Forza Italia, Roberto Bagnasco, commenta lo sblocco dei fondi Telt.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2019 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.