salvini777(ASI) - “Siamo più forti noi. Possono tener duro ancora qualche mese o qualche anno, ma mafia, camorra e 'ndrangheta saranno cancellate dalla faccia di questo splendido paese, ce la metteremo tutta”, lo ha promesso il ministro dell'Interno Matteo Salvini da Sorbolo, un comune in provincia di Parma, dove ha consegnato alloggi sequestrati alla 'Ndrangheta alla Guardia di Finanza.

Nel decreto sicurezza “c'è la possibilità anche di assegnare una parte dei beni confiscati” alla criminalità organizzata “a edilizia popolare, che vada ad aggiungersi alla disponibilità attuale. È una novità che abbiamo introdotto: mettere un anziano o gente che aspettava un appartamento da vent'anni in un bene confiscato a un mafioso darà un'enorme soddisfazione”.

Il leader della Lega ha inoltre definito ‘sovrumano ed eroico’ il lavoro dell'Agenzia nazionale per i beni sequestrati e confiscati, potendo contare solo su un personale ridotto di circa 80 persone. Eppure, a giudizio di Salvini: “L'unico modo per aggredire la mafia è aggredirli nel portafoglio, nei conti in banca. Lo Stato deve fare lo Stato, con le buone, dove è possibile. Con mafia, camorra e 'ndrangheta in ogni maniera permessa dal codice civile e penale”. In tema di periferie: “Per quanto riguarda gli enti locali e le stesse periferie ci sono non alcuni milioni ma alcuni miliardi di euro a disposizione", ha detto ancora il vice premier, riferendosi alla manovra.

 

Claudia Piagnani - Agenzia Stampa Italia

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2019 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.