campagna copy(ASI) Roma - "Lo avevamo detto e lo abbiamo fatto. Con un emendamento al decreto fiscale, infatti, ai 21 ex operai dell'indotto Fiat di Termini Imerese e ad oltre 30 dell'indotto Eni di Gela sarà finalmente consentito di ottenere il riconoscimento della mobilità in deroga.
 

Due vicende nate a causa di una norma scritta male e sulle quali, fin dal primo giorno in Parlamento, mi sono personalmente battuta per trovare una soluzione. E così alla fine è stato: grazie al proficuo lavoro svolto con il Governo e in particolare con il Ministero dello Sviluppo economico guidato dal ministro Di Maio, è stata posta fine ad un'ingiustizia che vedeva dipendenti delle stesse aziende discriminati solo perché licenziati ventiquattro ore prima". Così in una nota Antonella Campagna, senatrice del MoVimento 5 Stelle originaria di Termini Imerese e membro della Commissione Lavoro. "Nessuno deve rimanere indietro, questa espressione è stata da sempre la stella polare del M5S. Sappiamo che tanto altro lavoro resta ancora da fare, ma porteremo a termine gli obiettivi che ci siamo prefissati restituendo ai cittadini quella dignità perduta per colpa di anni di malapolitica", conclude Campagna.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2018 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.