catizone copy(ASI) “Addolora che il Corriere della Sera abbia dato spazio al pensiero aberrante di Federico Moccia. In sintesi: se lui ammazza lei qualche colpa lei la avrà pure. Sono parole allucinanti che offendono le donne vittime di violenza e ammiccano ad un principio di corresponsabilità inaccettabile. Simili affermazioni sono gravi e da respingere da parte di tutti.

E' la dimostrazione che in alcune, troppe persone è radicata una concezione padronale delle donne e del loro corpo. La cronaca ci rimanda dati preoccupanti sulla diffusione della violenza e sono le donne le prime vittime. Spero che Moccia si scusi per parole tanto gravi e soprattutto proferite da uno scrittore importante come lui. Un intervento inopportuno e dannoso che si scontra con quanto fatto nella precedente legislatura a tutela delle donne vittime di violenza e contro una cultura della irresponsabilità”. Lo dichiara Andrea Catizone, responsabile dipartimento Pari Opportunità del PD.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2018 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.