ui(ASI)  - La mozione presentata dal consigliere Orlando Corsetti, in merito alla messa all'asta delle case del Patrimonio del Comune di Roma, è stata ritirata in favore di una timida apertura da parte della Presidente della Commissione al Patrimonio Valentina Vivarelli. Un tavolo al quale oggi ha partecipato Guido Lanciano della segreteria romana Unione Inquilini che spiega: “Il Comune temporeggia sulla questione.

Ma qui si tratta del futuro delle 500 famiglie che vivono negli alloggi del Patrimonio disponibile del Comune di Roma. Ci auguriamo che la Presidente Vivarelli possa intercedere con l’assessora Rosalba Castiglione per l'apertura a fine estate di un tavolo di trattative risolutive. Noi non staremo a guardare e invitiamo tutti gli inquilini delle case del Patrimonio a recarsi presso i nostri sportelli per un censimento. Non possiamo farci trovare impreparati. Si tratta di uno scempio, qui si vogliono privare famiglie a basso reddito di una casa per fare cassa. Una misura che aumenterebbe ulteriormente il disagio abitativo della capitale. Ma Roma è il Comune si ferma per la pausa estiva, tutto rimandato a settembre.”. Concluse la nota dell'Unione Inquilini.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2016 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.