labriolamisto(ASI) “Se le indagini in corso confermeranno i fatti riportati dalla stampa sui ritardi nei soccorsi per l’incendio di Messina nel quale sono morti due fratellini, avremo riprova del fatto che la centrale unica operativa 112, così come impostata, rischia di ritardare le operazioni di intervento a svantaggio di chi è in difficoltà”, lo dice l’onorevole Vincenza Labriola di Forza Italia.

“Lo smistamento delle chiamate nella notte del rogo del 15 giugno nella città siciliana avrebbe ritardato, come sostenuto dai pompieri, la partenza dei soccorsi di sei minuti – prosegue Labriola –. Prima di avvisare i vigili del fuoco, il 112 avrebbe infatti chiamato la polizia e l’ambulanza. La modalità di recepimento della direttiva europea sulla centrale unica operativa, come sostenuto anche dal presidente della Società italiana sistema 118, Mario Balzanelli, non funziona. L’Unione europea, tra l’altro, non ha mai parlato di sostituzione del vecchio sistema con la centrale unica, bensì di un numero parallelo.  Ci troviamo di fronte a una modalità sbagliata, che ci fa fare un enorme passo indietro. Invito il ministro della Salute Grillo e il ministro dell’Interno Salvini ad attuare le opportune verifiche, per ristabilire quanto prima regole e modalità idonee alla tutela della vita e della sicurezza”.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2016 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.