labriolamisto(ASI) Taranto - “Dopo una gestione commissariale dai risultati disastrosi, dopo settimane in cui le lotte intestine al Pd hanno condizionato la trattativa, é doveroso che la procedura di cessione dell’Ilva prosegua secondo gli step preventivati e nei tempi previsti.

Così come è altrettanto doveroso che la questione ambientale non passi assolutamente in secondo piano, bensì diventi elemento centrale del prossimo biennio, nel quale lo Stato continuerà ad affiancare la nuova proprietà. Basta sgambetti, basta eccessi di protagonismo, da Calenda come da Emiliano. Se il ministro ha gestito in modo estremamente superficiale la questione, nascondendo agli italiani tasselli importanti della stessa, piano industriale in primis, il presidente della Regione é intervenuto fuori tempo massimo, procurando un inutile pasticcio”, lo dice l’onorevole Vincenza Labriola di Forza Italia, componente della commissione Ambiente della Camera dei Deputati. “Si mostri buon senso nel procedere, puntando all’assoluta trasparenza sull’emergenza ambiente, che deve essere affrontata nel rispetto di una città che deve si’ lavorare, ma al tempo stesso tornare a vivere, e vivere bene - prosegue Labriola -. Il presidente della Repubblica si faccia garante affinché la questione ambientale sia affrontata con rigore, facendo sí che gli interventi siano definitivi e risolutivi. Anche il Parlamento ha il dovere di esercitare un controllo con gli strumenti forniti dalla legge, per sciogliere una volta per tutte un nodo che tanta vergogna porta al nostro Paese".

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2016 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.