Politica Estera

(ASI) Con 14 voti a favore e solo uno contrario ma decisivo, quello degli Stati uniti, il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha bocciato la risoluzione che condanna Israele per aver continuato a costruire insediamenti a Gerusalemme est e nei territori palestinesi.

  (ASI) Gli Indios e l’Amazzonia. La Chevron deve pagare: 9 miliardi agli Indios.

  (ASI) Si aggrava il bilancio delle vittime negli scontri scoppiati da martedì scorso in Libia.

(ASI) Le produzione del settore in ambito eurozona ha registrato una caduta del 7,4%.

(ASI) Uno dei più famosi organismi internazionali di cui l’Italia fa parte è sicuramente il G8, a breve destinato a diventare G20, anche se appare molto improbabile che i presunti otto grandi siano disposti a cedere parte del loro potere ammettendo così tanti partner al loro ricco banchetto.

(ASI) ‘’Dobbiamo lavorare’’ per prevenire anche la potenziale ‘’enorme ondata migratoria’’ che potrebbe arrivare dall’Egitto. Lo ha detto il Ministro Franco Frattini che e’ tornato a proporre ‘’un piano Marshall europeo’’ per paesi come l’Egitto.

(ASI) Sembra espandersi a macchia d'olio la scia di proteste che, partite dalla Tunisia, stanno investendo tutti i principali paesi islamici. Semplici coincidenze o dietro le rivolte si celi un'oscura regia? Sono proprio le coincidenti casualità a lasciare aperte tutte le ipotesi e l'incertezza delle evoluzioni future.

  (ASI) Questa volta non è la sinistra radicale, ma l'Italia dei Valori a chiedere il rientro in tempi brevi dei nostri soldati impegnati della missione in terra afgana. Oggi in parlamento è in calendario proprio la discussione e votazione di questa mozione dell'Idv.

 (ASI) I recenti tumulti e i conseguenti sviluppi politici  avvenuti in Egitto hanno interessato tutte le cancellerie del mondo. Il controllo del Medio Oriente è considerato geo politicamente strategico. Per cui, per gli enormi interessi che sono in gioco in questa area, non poteva mancare, a questa partita, la presenza della Cina. 

(ASI) Non si fermano le proteste nella regione del Maghreb: dopo le dimissioni di Mubarak in Egitto le manifestazioni tornano ora in Algeria.

(ASI) E' arrivato subito il comunicato da parte della Farnesina dopo le dimissioni del presidente egiziano Mubarak.

  (ASI) A seguito della svolta politica in Egitto culminata con le dimissioni del presidente Mubarak, si apre la grande sfida in Medio Oriente.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2016 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.