Politica Estera

Maduro copy (ASI) La corrente elettrica "è stata ripristinata al 100%" in Venezuela. La buona notizia è stata comunicata, nelle ultime ore, dal ministro delle Comunicazioni Jorge Rodriguez. I dipendenti del settore pubblico hanno ripreso regolarmente così, da oggi, il proprio lavoro. Il black out aveva paralizzato i trasporti, le cure mediche e la distribuzione dell’acqua corrente. Caracas prosegue, intanto, le indagini per capire l’origine dell’accaduto che ha generato, per quasi una settimana, notevoli disagi alla popolazione. Il presidente Nicolas Maduro ha accusato il leader dell’opposizione, appoggiato dagli americani Jhuan Guaidò, di sabotaggio compiuto con l’aiuto di Washington. Il giovane leader e la Casa Bianca hanno respinto tale presa di posizione, attribuendo la causa alle politiche inefficaci del governo in carica.

Maduro copy (ASI) I servizi, elettrico e idrico, stanno tornando alla normalità in molte zone del Venezuela, ma non dappertutto.

Maduro copy (ASI) La situazione in Venezuela pare essere sempre più vicina a quella siriana: emergenza umanitaria in loco, consiglio di sicurezza dell’Onu paralizzato a causa del diritto di veto dei 5 membri permanenti e divergenze quindi apparentemente inconciliabili, tra potenze regionali e internazionali, in merito al sostegno delle parti in conflitto.

thersa is sad 777x400(ASI) - La premier britannica Theresa May si è recata a Strasburgo per parlare dell'accordo di ritiro dalla Gran Bretagna dall'Ue, alla vigilia del voto nel Parlamento britannico.

640px Richard martinez(ASI) L’Ecuador e il Fondo monetario internazionale hanno siglato l’accordo per un prestito triennale da 4,209 milioni di dollari.

Maduro copy (ASI) Tensione sempre altissima in tutto il Venezuela, dove continua l’interruzione dell’elettricità. Il disagio ha già provocato 296 morti, tra cui 80 neonati, in molte città.

Sipri(ASI) Le spese legate al comparto Difesa sono in costante aumento. Lo conferma il Sipri, l’Istituto internazionale di ricerca sulla pace di Stoccolma, nel suo consueto rapporto precisando che il volume dei commerci internazionali di armamenti nel periodo 2014-18 è aumentato del 7,8 per cento rispetto al 2009-13 e del 23 per cento in più rispetto al 2004-2008.

trumpTrump (ASI) La Corea del Nord starebbe preparando, in seguito al fallimento del dialogo tra il suo presidente Kim Jong Un e l’omologo statunitense Donald Trump, il lancio di nuovi missili.

Maduro copy (ASI) Il Venezuela è al buio da ieri sera. Un blocco improvviso dell’elettricità ha interrotto l’illuminazione stradale e paralizzato i servizi pubblici. Sono ignote, al momento, le cause del guasto, ma ciò non ha evitato un duro botta e risposta tra il presidente Nicolas Maduro e i suoi oppositori. Il primo ha attribuito immediatamente la paternità dell’accaduto ad un “sabotaggio” degli Stati Uniti. Il segretario di Stato Usa, Mike Pompeo, ha evidenziato a stretto giro l’estraneità della Casa Bianca in tutto ciò, chiedendo nuovamente al presidente del paese sudamericano di dimettersi. Washington vorrebbe insediare, al posto di quest’ultimo, il leader dell’opposizione di Caracas Juan Guaidò che viene contestato però da Russia e Cina. Il ministro degli Esteri di Pechino, Wang Yi, ha ricordato infatti che “interferenze esterne e sanzioni esaspereranno le tensioni, permettendo il ritorno incontrollato della legge della giungla”. L’inviato speciale americano, per il Venezuela, Eliott Abrams ha escluso l’ipotesi di un’azione del pentagono contro Maduro. Marco Paganelli – Agenzia Stampa Italia

macr (ASI) La Francia ha comunicato il proprio stupore per la richiesta dell’Onu di indagare in merito all’ “uso eccessivo della forza”, della propria polizia, in occasione delle ultime manifestazioni dei giubbotti gialli a Parigi e in diverse altre città.

Maduro copy (ASI) Nuove tensioni all’interno del Venezuela. Nicolas Maduro ha indetto, per sabato prossimo, una manifestazione “antimperialista”, volta a fermare “la minoranza impazzita”.

Maduroa(ASI) ” Vengano espulsi tutti i diplomatici fedeli a Maduro in quanto illegittimi, riconosciuti i delegati di Guaidó e bloccata ogni operazione finanziaria a sostegno del dittatore. Roma, 6 marzo 2019 - “L’espulsione dal Venezuela dell’Ambasciatore della Repubblica federale di Germania è un atto inaccettabile ed ostile nei confronti di tutti i Paesi membri dell’Unione europea e della Nato, un atto che non può essere tollerato in alcun modo.

Pagina 12 di 381

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2019 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.