trumpTrump

(ASI) Torna alto il livello della retorica aggressiva da parte della Corea del Nord nei confronti del nemico di sempre. Pyongyang ha deciso infatti di prendere di mira verbalmente John Bolton, definito un "mercante di guerra" e un "prodotto umano difettoso".

Il consigliere alla Sicurezza nazionale della Casa Bianca ha detto che gli ultimi test missilistici, a corto raggio dell’esercito di Kim Jong Un, rappresentano un'evidente violazione delle risoluzioni dell'Onu. Il funzionario di Washington ha affermato, sabato a Tokyo dove il presidente Donald Trump è impegnato in una visita di 4 giorni, che le restrizioni economiche “contro il Nord devono essere mantenute". Esse sono state approvate, dalla Sala Ovale e dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, a causa delle mire balistiche e nucleari dello Stato eremita.

Marco Paganelli – Agenzia Stampa Italia