(ASI) Secono quanto riportato dal vice portavoce della Casa Bianca, Hogan Gidley, la decisione di Donald Trump di voler spostare l'Ambasciata USA dal Tel Aviv a Gerusalemme sarebbe soltanto questione di tempo. Il riconoscimento dell'intera città quale capitale di Israele potrebbe, tuttavia, rappresentare un atto molto rischioso dal momento che la disputa sull'importante luogo spirituale è in corso da anni tanto che la maggioranza dei Paesi membri dell'ONU è concorde nel non ritenere Gerusalemme capitale, auspicando il riconoscimento della parte Est della città mediorientale quale centro principale del futuro nuovo Stato palestinese.

Israele, consapevole dell'alto valore simbolico della città nel mondo musulmano, si sta prearando già ad una "possibile violenta" rivolta delle fazioni arabe del Paese, pianificando un possibile schieramento delle forze di polizia e dell'esercito.

Proprio questo crescente clima di tensione ha portato il presidente francesce Emmanuel Macron ad esprimere ufficialmente la sua "preoccupazione" al presidente americano Donald Trump sul possibile riconoscimento di Gerusalemme come capitale di Israele, aggungendo che la questione dello "status di Gerusalemme dovrà essere risolto nel quadro dei negoziati di pace fra israeliani e palestinesi".

Da parte sua, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, attraverso una nota ufficiale, ha avvertito con toni ben meno concilianti Donald Trump, affermando che che la questione del riconoscimento di Gerusalemme come capitale di Israele rappresenta "una linea rossa per i musulmani", minacciando la rottura dei rapporti tra la Turchia e lo stesso Stato ebraico.

Dello stesso avviso è la Lega Araba. Il segretario Ahmed Aboul Gheit ha dichiarato che: "Non c'è niente che giustifichi questo atto – aveva affermato - Esso non servirà alla pace o alla stabilità ma finirà per alimentare il fanatismo e la violenza. A beneficiarne sarà solo una parte, l'attuale governo israeliano schierato contro la pace".

Fonte foto. Di Berthold Werner - Opera propria, Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=6429995

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2016 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.