berlsalvmel copy

 

 

 

di Biagio Maimone

 Un lettore scrive

(ASI) Si assiste  ad un progressivo, seppur graduale , allontanamento di Salvini e Meloni da Berlusconi , i quali  manifestano l'intento di differenziarsi da Forza Italia,  ritenuta più europeista e moderata rispetto al "sovranismo"  a cui essi tendono. 
Non vi è dubbio che Berlusconi si ispiri ad una concezione politica che fa della democrazia e del moderatismo il suo pilastro. Rispetto ai suoi alleati, nazionalisti e polemici  in merito  alla politica europea, dalla quale si sentono dominati , nutre fiducia nell'Europa , a cui attribuisce  un ruolo politico di coesione e di progettualità costruttiva, per le singole nazioni europee, perché  possano far  fronte  alle ingenti problematiche dell'epoca attuale.  Possiamo affermare che tutto depone a favore della tesi secondo cui Forza Italia è un partito la cui anima è radicata nei valori propri del liberismo, che fa del confronto democratico il perno del proprio agire.  E' nota la  condivisione, da  parte di Forza Italia,  dei  valori  cattolici e, più espressamente, della dottrina sociale della Chiesa. Berlusconi, pertanto,  non può essere  considerato un effettivo alleato di chi , sul piano politico, esprime atteggiamenti autoritari , cavalcando l'onda delle insoddisfazioni sorte dalla crisi  socio-economica attuale , privo , peraltro,  di un chiaro e preciso progetto economico e politico.  E' ben evidente che non basta solo parlare di sicurezza, di diritto alla difesa, di immigrazione ,  in quanto la realtà che urge di essere oggetto di intervento è davvero molto più ampia e rischia di restare avvolta dal  silenzio.  Del lavoro si parla in modo molto sommario, in quanto resta  nel silenzio la tutela dei diritti fondamentali che lo connotano  , così pure si parla in modo generico e quasi soffuso dei diritti delle donne, dei bambini, degli anziani , del diritto alla casa, della salute e di tanti altri temi che attengono al piano dei diritti civili ed umani  del cittadino. 
Forza Italia si propone una nuova lettura della realtà socio-economica  , in quanto vuole incarnare  gli ideali del centro che nel dialogo democratico hanno posto il loro primo fondamento. 
Si impone, pertanto,  per Forza Italia la necessità di dover cercare nuove alleanze per raggiungere gli obiettivi che fanno della mediazione delle istanze la  propria struttura portante.  Berlusconi sa che la  politica non può non fondarsi su costrutti filosofici ed economici applicabili e non certo  sulla rivolta che ha una vita molto breve. Il nuovo progetto politico a cui si accinge non potrà che avvincere le coscienze degli italiani, in quanto di essi si prefigge di affrontare le problematiche , alla luce di un nuovo modo di intendere il liberismo e alla luce delle sane e fruttuose relazioni con l'Unione Europee, per dar vita ad un pragmatismo dal volto umano , in quanto rimarca la centralità dei bisogni dell'essere umano.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

* Nota ASI precisa: la pubblicazione di un articolo in tutte le sezioni del giornale  non ne significa necessariamente la condivisione dei contenuti.        Essi - è bene ribadirlo -  rappresentano pareri, interprestazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, la responsabilità sono dell'autore  delle dichiarazioni  e/o  di chi  ci ha fornito il contenuto.  Il nostro intento è di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, invitiamo i lettori ad approfondire sempre l'argomento trattato, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione.

 
 

 
 
 
 
 
 

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2019 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.