(ASI) Desta preoccupazione la notizia dei quattro mussulmani del Kossovo fermati nel corso di un'operazione antiterrorismo della Polizia italiana, che ha interessato le città di Brescia, Vicenza e Perugia. Ma soprattutto creano sconcerto le scoperte fatte dagli investigatori.

Infatti, gli indagati non si limitavano a diffondere l'ideologia della guerra santa. Nei loro scambi di messaggi via internet comparivano anche velate minacce nei confronti del santo padre, tanto da affermare che "questo sarà l'ultimo papa".

A ben vedere, la notizia non è neanche una profezia perché, con la presente situazione di caos, se venisse avviata la "procedura di fallimento" dell'istituzione-Chiesa cattolica, è anche facile immaginare che non ci sarebbero più papi né a Roma né ad Avignone. Così, per una delle ironie della storia, si passerebbe dai due papi attuali, di cui uno è in "licenza" (temporanea?), a nessun papa.

Franco Rossi - Roma

 

===================

*ASI precisa: la pubblicazione delle lettere in redazione non significa necessariamente condivisione dei contenuti delle stesse, che lo ribadiamo: rappresentano pareri e posizioni esclusivamente personali,  per cui ASI declina ogni responsabilità.  Il nostro intento è di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, invitiamo i lettori ad approfondire sempre l'argomento trattato e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione.