(ASI) Dure le nuove previsioni dell'Ocse nei confronti dell'Italia: secondo l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, nonostante le previsioni positive per il 2011, l'andamento del Pil italiano scenderà nel 2012 a meno 0,5 punti.

 

Sempre secondo l'Ocse lo scenario potrebbe ulteriormente peggiorare, pronosticando una forte recessione per tutta la zona Euro: per Pier Carlo Padoan, Capo economista dell'Ocse, le soluzioni per questa prospettiva sarebbero rapidi miglioramenti della capacità dell'Efsf oltre un uso più efficace degli eurobond, valido strumento a suo avviso, per uscire dal mercato del debito sovrano.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2019 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.