Il Palio del Barone si avvia alla conclusione con la seconda serata, una Rievocazione Storica che si riallaccia ad antiche tradizioni del passato di Tortoreto, una rievocazione che contribuisce a far rivivere in maniera piena i luoghi della memoria e che si svolge da tredici anni consecutivi sempre il 16 agosto a Tortoreto alto (TE)

(ASI) La seconda serata, venerdì 16 agosto nel cuore del centro storico di Tortoreto alto, ore 20. Sarà caratterizzata dalla sfida dei due rioni storici e inizierà con il corteggio storico per le vie del borgo antico. Spalancherà le porte della manifestazione, il maestoso corteggio storico di oltre 400 figuranti provenienti da varie parti della regione Abruzzo e da altre regioni limitrofe. Il borgo sarà uno splendido palcoscenico medievale, in una cornice di bracieri, fiaccole e tripudio di bandiere. Aprirà il corteggio il gonfalone del Barone con al seguito il gruppo tamburi. Seguiranno, il Sindaco di Tortoreto (Generoso Monti) nelle vesti del capitano del popolo e tutta la Giunta Comunale (il Vice Sindaco Domenico Piccioni e gli Assessori: Alessandra Richi, Luigi Ripani, Renato Chicchirichì e Vito Tartarelli) con il Presidente del Consiglio Comunale (Giandomenico Pinto), tutti rigorosamente in costume medievale nell’interpretazione di magistrati. Sarà poi la volta del Barone di Turturitus interpretato da Gabriele Barcaroli, accompagnato dagli armigeri, che lungo il corteggio incontrerà i titolari dei vari esercenti commerciali con cui farà un brindisi in segno di buon auspicio. Seguiranno i notabili dell’epoca. Poi la Baronessa interpretata da Lidia Ciccarelli insieme alle sue ancelle, ai giullari di corte e alle damigelle. Poi sarà la volta delle dame di corte con i cavalieri, i quali nell’antichità avevano come pegno e prova d’amore di accompagnare le rispettive dame. Poi gli atleti dei due rioni storici quello di Terravecchia che ha come simbolo la Tortora con i colori bianco-azzurro e quello di Terranova che ha per emblema il Corvo con i colori bianco-verde, che si destreggeranno in una vasta gamma di giochi medievali al fine di conquistare “IL DRAPPO” della vittoria. Seguiranno le delegazioni ospiti con la partecipazione di gruppi storici diCastel di Luco, dell’Università fermana di Grottazzolina, di San Severino Marche, di Acquaviva Picena e della Quintana di Ascoli Piceno. Seguiranno gli arcieri, i falconieri, i campioni nazionali di sbandieramento, i trampolieri,  i fachiri, ecc. Dopo l’annuncio del notaio e il saluto di benvenuto da parte del Barone a tutto il popolo, tutti saranno immersi nell’avvincente sfida degli atleti dei rioni storici di Terravecchia e Terranova. I numerosi giochi saranno intervallati da inediti spettacoli medievali: dai giullari, falconieri, belligeranti, trampolieri e sbandieratori. I mercanti e mestieranti dell’epoca allieteranno e animeranno fin dal pomeriggio il borgo e le  vie del centro storico. A conclusione verrà inscenato l’incantevole “Incendio della Torre” (spettacolo pirotecnico).

 

Nel corso della serata, per la prima volta, ci sarà anche l’estrazione di una lotteria con 20 premi in palio.

 

Per la seconda serata del 16 agosto, dal lido di Tortoreto, ci sarà un servizio di bus navetta a partire dalle ore 18,00 dalla rotonda del Lungomare Sirena al centro storico e ritorno.