(ASI) PESCARA – Il 23 maggio, dalle ore 10, il vertice nazionale dell’ANFE (Associazione Nazionale Famiglie Emigrati) sarà presente alla giornata inaugurale di “Rosadonna – Festival delle eccellenze femminili d’Abruzzo”, in programma a Pescara, presso il Circolo Aternino, fino a domenica 26 maggio. Interverranno, infatti, il presidente nazionale dell’ANFE Paolo Genco, il direttore generale Gaetano Calà, la dirigente della segreteria Elisabetta Briguglio e il presidente dei Probiviri Serafino Patrizio, per rendere omaggio al Festival e a Cinzia Maria Rossi, infaticabile ideatrice ed organizzatrice dell’evento, da alcuni mesi presidente dell’ANFE provinciale di Pescara. Il Festival, un’intensa kermesse di eventi artistici e culturali per mettere in vetrina le eccellenze della donna abruzzese e per proporre momenti di riflessione sui temi della parità e sul dramma della violenza sulle donne, avrà una specifica finestra dedicata alle migrazioni.

 

Nel pomeriggio, infatti, il primo evento in programma è una presentazione a cura di Gaetano Calà del docufilm “Pane e pregiudizio” di Giovanna Taviani (trailer), documentario sull’emigrazione italiana, sulla storia dell’ANFE, nata nel 1947, e sulla vita della sua fondatrice Maria Federici, deputata aquilana all’Assemblea Costituente. Il film di Giovanna Taviani, nella versione integrale sottotitolato in tre lingue (inglese, francese, spagnolo), sarà prossimamente presentato in anteprima a L’Aquila, città natale di Maria Federici, poi a Roma, Palermo e Firenze, prima d’iniziare un lungo tour di proiezioni nelle città italiane, in collaborazione con università e con le scuole, e all’estero, tra le comunità italiane nel mondo, a cura delle sedi ANFE presenti in molti paesi di emigrazione (Australia, Nord e Sud America, Europa).

 

Storie di emigrazione saranno inoltre argomento del successivo evento del pomeriggio, alle ore 16, con una conversazione di Goffredo Palmerini, delegato regionale ANFE per l’Abruzzo e scrittore, con la presentazione del suo volume “L’Altra Italia” – L’Aquila, l’Abruzzo e il filo diretto con le comunità italiane nel mondo (One Group Edizioni, 2012). Il mondo delle migrazioni sarà infine presente al Festival nella giornata conclusiva, domenica 26 maggio, con numerose iniziative proposte dalle associazioni degli immigrati.