(ASI) Giovedì 20 ottobre, nell'ambito degli incontri "Un libro, un autore, tra storia e attualità", sarà presentato il libro di Stefano Fabei I Neri e i Rossi. Tentativi di conciliazione tra fascisti e socialisti nella Repubblica di Mussolini (Mursia, Milano 2011, pp. 500, € 22.00). Introduce Giuseppe Parlato.

Il libro analizza la “politica dei ponti” tentata da Mussolini negli ultimi giorni di vita della Rsi. Il 22 aprile 1945 convocò alla prefettura di Milano il giornalista antifascista Carlo Silvestri per affidargli una lettera da consegnare all’esecutivo del Partito socialista italiano di unità proletaria. Si trattava dell’invito al Partito socialista, con l’accordo del Partito d’azione e il tacito consenso del PCI, a prendere in consegna la città di Milano e a mantenere l’ordine pubblico, mettendo addirittura a disposizione truppe della Rsi. Ma l’intransigenza di Lelio Basso e soprattutto di Sandro Pertini, fecero fallire questo progetto cui molti, da entrambe le parti, avevano guardato con opportunismo ma anche con sincera buona fede.

L'incontro si terrà a partire dalle ore 17.30 presso la Fondazione Ugo Spirito, Sala Renzo De Felice, Via Genova 24, Roma.

Stefano Fabei, storico, ha pubblicato Operazione «Barbarossa», 22 giugno 1941, Mursia, Milano 2010 e La «legione straniera»» di Mussolini, Mursia, Milano 2008.

Giuseppe Parlato è presidente della Fondazione Ugo Spirito e ordinario di storia contemporanea presso l’Università Luspio di Roma.