pushkin(ASI) Roma - Giovedì 10 Ottobre 2019 presso la sede della Protomoteca del Campidoglio, da sempre culla della municipalità romana, avrà luogo la terza edizione del “Premio Internazionale Pushkin” intitolato alla figura del grande poeta considerato il capostipite della letteratura russa moderna, e sarà solennemente aperta dalla fanfara della Polizia di Stato con gli inni dei due paesi.

Il premio è organizzato dall'associazione culturale "Amici della Grande Russia" fondata ed animata da Yulia Bazarova, organizzatrice di eventi e promotrice della cultura russa in Italia e da Paolo Dragonetti de Torres Rutili, già protagonista di numerose iniziative di promozione del patrimonio letterario russo in Italia, e vanta come Presidente Onorario la famosa cantante lirica russa Elena Zaremba. La Zaremba si è esibita con artisti del calibro di Luciano Pavarotti, Placido Domingo e Jose Carreras. Il moderatore della serata sarà il giornalista di “Libero”, autore e conduttore Stefano Bini.

L'evento, arrivato alla sua terza edizione, patrocinato, dall’Ambasciata della Federazione Russa in Italia,  dall’Assemblea Capitolina e dalla prestigiosa fondazione statale Russkj Mir , dal Foro di Dialogo Italo-Russo di società civili, dalla Federazione Unitaria Scrittori italiani (FUIS), dal Museo Pushkin di San Pietroburgo, dall’ Consiglio dei connazionali russi in Italia KSARSI, dalla “Literaturnaja Gazeta”, dalla Fondazione La Sapienza e dall’Università di Pisa, si propone di promuovere ulteriormente la valorizzazione della cultura russa nel Belpaese premiando gli artisti che hanno dimostrato di onorare lo speciale legame che unisce l'Italia alla Russia. Inoltre, il Premio gode della Partnership di Russian Standard vodka, Gancia, lo storico vinaio Trimani, La Formaggeria, la tipografia GOprint, Fontebella Palace Hotel Assisi, il ristorante Red Square, Partecipazione S.S.L.L.C, Moscow Navigator Travel Agency ed l’Associazione di volontariato Tulipano rosso e della Media-Partnership di  Literaturnaja Gazeta, “TASS” Russian News Agency, Planet 360 info, Living Italy ed Events Rome . Il Premio Internazionale Pushkin 2019 si compone di quattro categorie: "Letteratura" (consegnato dal noto critico italiano Arnaldo Colasanti), "Arte", "Lavori scientifici" e "Poeta sconosciuto" (consegnato dal maestro Elio Pecora).

I vincitori del Premio per la presente edizione, saranno: Prof.ssa Galina Evtushenko, regista russa, nella sezione "Arte" (cinema) per il film documentario "L'Italia di Pushkin"; Prof. Evgeny Solonovich, poeta, traduttore, Professore Honoris causa dell’Università di Siena. Dottore Honoris causa dell’Università di Roma “La Sapienza”, nella sezione "Letteratura" per traduzione in Russo della poesia Italiana (ha tradotto le poesie di Dante, Petrarca, frammenti dell’“Orlando Furioso” di Ariosto, poeti del Barocco italiano, sonetti romaneschi di Giuseppe Gioachino Belli, poesie e prose del Premio Nobel Eugenio Montale); Dott. Emilio Mari, Ricercatore TDa in Slavistica presso l’Università degli Studi Internazionali di Roma, nel settore "Lavori scientifici" per il libro "Fra il rurale e l'urbano. Paesaggio e cultura popolare a Pietroburgo (1830-1917)". Per la sezione “Poeta sconosciuto”: Maria Letizia De Simone (silloge), Eliana Stendardo e Alberto Dionisi (poesie singole).

Per l’occasione verrà direttamente dalla Francia Michel Worontzoff-Welianinoff, pronipote del Sommo Poeta russo. Inoltre, l’Ambasciatore Antonio Zanardi Landi (ambasciatore a Mosca 2010-2013) e l’Ambasciatore d’Austria in Italia (2007-2013), Christian Berlakovits.

I migliori esponenti della nobiltà romana presenti e, come in passato, apprezzano la storia e la cultura del paese di Tolstoj: i principi Sforza e Maria Pia Ruspoli, Maurizio Gonzaga del Vodice, Guglielmo e Vittoria Giovanelli Marconi; Manfredi Mattei Filo della Torre.

Da Mosca il direttore del Museo panrusso Pushkin di San Pietroburgo Serghej Nekrasov, il noto regista e attore Akim Salbiev che reciterà versi pushkiniani della poesia “Exegi monumentum”, accompagnato dalla voce dell’attrice Elena Russo, Maxim Zamshev, segretario della Federazione di scrittori russi, Leonid Kolpakov, vice redattore della storica testata letteraria “Literaturnaja Gazeta” fondata da Pushkin.

La Giuria è presieduta dal noto critico Arnaldo Colasanti e dal maestro Elio Pecora per la Poesia e composta da nomi eccellenti: la pittrice dei Papi  Natalia Tsarkova, la scrittrice e poetessa Gabriella Sica, la direttrice dell’Istituto italiano di Cultura a Mosca (2015-2019) Olga Strada, figlia d’arte dello slavista Vittorio, oltre a slavisti universitari come Claudia Scandura (La Sapienza) e Stefano Garzonio (Università di Pisa), la poetessa Natalia Stepanova e l’editore della Ensemble Matteo Chiavarone.

Nel Comitato Onorario sono presenti l’ambasciatore Umberto Vattani, Segretario del Ministero degli Affari Esteri (2004-2005), presidente della Venice International University (VIU), e Presidente dell’Istituto per il Commercio Estero (2005-2011); A.M. Bukalov, scrittore, “pushkinista”, direttore della rappresentanza romana dell’agenzia stampa russa TASS (1991-2018); il Presidente della Fondazione unitaria Italiana Scrittori (FUIS) Antonio Natale Rossi; il presidente della Fondazione dell’Università La Sapienza Prof. Antonello Folco Biagini; il produttore cinematografico Roberto Bessi e Lora Guerra, moglie del noto regista Tonino Guerra.

Il saluto istituzionale della Sindaca di Roma sarà accompagnato da quello della Presidente in carica dell’Assemblea Capitolina Sara Seccia.

Non mancano all’appello il giornalista e moderatore della manifestazione Stefano Bini e il direttore Vera Sherbakova della agenzia stampa TASS, la stilista Eleonora Altamore, il fotografo ufficiale Luca Spampinati.  

Altri partecipanti saranno L’Assessore alla Cultura di Frascati, Emanuela Bruni,  Anna Gentilini della Curcio Editore, la scrittrice russa Elena Scammacca del Murgo, Valerio De Luca dell’associazione Diplomatia e Presidente dell’Accademia internazionale per lo sviluppo sociale ed economico, Maria Grazia Melchionni, fondatrice della Rivista di Studi Internazionali, il noto giornalista Giulietto Chiesa, il generale Antonio Costantini e l’architetto Giampaolo Imbrighi, progettista della stazione della metropolitana “Romana” di Mosca.

Un'occasione, dunque, per celebrare la feconda influenza reciproca tra due culture come quella italiana e quella russa che non hanno mai smesso di affascinare a livello mondiale e di affascinarsi a vicenda.

 

Informazioni extra:

Nella prima edizione il premio era andato alla poetessa italiana Antonella Anedda, autrice distintasi sin dall'esordio ("Residenze invernali",1992) come voce tra le più originali del panorama poetico nazionale, estimatrice di maestri della migliore tradizione letteraria russa come Mandel’štam, Cvetaeva, Cechov e Dostoevskij e curatrice nel 2004 del volume "La parola Russia" con la traduzione delle poesie di Philippe Jaccottet.

Nella scorsa edizione, nonché la seconda, il premio per la sezione letteratura era stato assegnato al giornalista e scrittore Aleksej Bukalov, direttore dell'agenzia di stampa ITAR - TASS, distintosi per la sua attività giornalistica e letteraria che ha contribuito a far conoscere la Russia in Italia e nel mondo. Mentre per la sezione arte e quella per la ricerca scientifica i  vincitori sono stati : la ritrattista Natalia Tsarkova ( il quadro di Pushkin che ha dipinto l’artista è diventato l’immagine del Premio Internazionale Pushkin) Esperto di Pushkin ed autore di diversi libri di studi sul sommo poeta, il dott. Bukalov dal 2001 è stato testimone diretto di tre pontificati ed ha potuto raccontare da inviato speciale della stampa russa le varie tappe dell'intenso dialogo interreligioso tra il Patriarcato di Mosca e la Santa Sede culminato nell'incontro di Cuba del 2016 tra Papa Francesco ed il Patriarca Kirill e la slavista dell’Università di Pisa Alessandra Carbone.

Lo comunica in una nota l'Ufficio Stampa del Premio Internazionale Pushkin.   

Fonte immagine Pushkin: fotografo Mario Filippo.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2019 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.