foto Stankovič(ASI) Roma. Giovedì 28 marzo 2019 negli spazi dell’Ambasciata della Repubblica slovacca in Italia e dell’Istituto slovacco a Roma verrà inaugurata la mostra di quadri del pittore e illustratore slovacco Peter Stankovič intitolata “La Dolce Vita”. Le sue opere, piene di ricca immaginazione, raffigurano contemporaneamente „il miracolo“ e la realtà nel quotidiano. Sono prive di pregiudizi ideologici e formali, dipinte con leggerezza, umorismo e sincerità. I suoi dipinti sono straordinari per alto livello di elaborazione tecnica tipica per le opere di “vecchi maestri” e per lo sguardo puro sul mondo e sulla vita.


Stankovič, classe 1960, nato a Bratislava, dal 1975-1979 ha studiato negli atelier atistico-decorativi del Teatro Nazionale Slovacco a Bratislava e negli anni 1982-1985 nell’atelier di scultura della Scuola dell’industria artistica di Bratislava. Dopo gli studi ha lavorato per gli atelier cinematografici „Koliba“. Ha collaborato con vari editori di diverse riviste per bambini e ha illustrato molti libri. Ha lavorato per la casa editrice Gondrom Verlag a Beireuth, in Germania, ha collaborato a lungo termine con il Goethe Institut a Monaco, con la casa editrice Orbis Puctus e con l’azienda Dino-Ravensburger alla progettazione artistica di giochi di società. Attualmente collabora con le case editrici Aitec, Príroda e altri all’elaborazione artistica di libri di testo. Le sue creazioni artistiche hanno trovato applicazione in cinematografia, nel teatro, nelle soluzioni dell’interior design, nel design grafico, nell’animazione o nel bodypainting. Si occupa anche di composizione musicale e di scrittura di testi. Attualmente si dedica principalmente alla pittura e all’illustrazione, espone in gallerie d’arte in Slovacchia e all’estero.
Durante la serata si esibirà in concerto il pianista slovacco Miloš Biháry con un repertorio internazionale. Il pianista fa parte della generazione dei giovani musicisti slovacchi, oltre la musica classica si dedica anche al jazz. Attualmente studia all’Accademia delle Arti dello Spettacolo di Bratislava sotto la direzione del prof. Marián Lapšanský. Con il suo band „Miloš Bihary Jazz Funk Brothers“ di recente ha ricevuto il premio „Live Performance“ per la migliore interpretazione al concorso JAZZ START UP.