E’ l’Arianna da Falerii, pervenuta al Museo del Louvre nel 1861 insieme a una consistente parte della celebre collezione Campana, l’opera “simbolo” dell’importante mostra in programma a Cortona (AR) dal 5 marzo al 3 luglio 2011, che proporrà presso il Maec-Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona oltre quaranta opere di grandissimo interesse, appartenenti alla collezione d’arte etrusca del Museo francese.

 

Un evento straordinario reso possibile – a distanza di due anni dalla mostra realizzata con il Museo Ermitage di San Pietroburgo -grazie all’eccezionale collaborazione avviata con il Museo del Louvre, che nei mesi scorsi ha sottoscritto un accordo triennale con Cortona, antica lucumonia etrusca, a conferma della rilevanza assunta dalla città toscana a livello internazionale, per lo studio e la conoscenza della civiltà etrusca.

La mostra “Le collezioni del Louvre a Cortona. Gli Etruschi dall’Arno al Tevere”, curata da Françoise Gaultier, Laurent Haumesser, Paolo Bruschetti e Paolo Giulierini, è promossa dal Museo del Louvre e dal Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona, dal Comune di Cortona, Regione Toscana, Provincia di Arezzo,

Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Mibac-Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Toscana, Soprintendenza per i Beni Archeologici per la Toscana,

Accademia Etrusca e Arezzo Fiere e Congressi, con il sostegno della Banca Popolare di Cortona, Coingas, La Braccesca e Valdichiana Outlet Village.

L’organizzazione generale dell’esposizione è del Maec e di Villaggio Globale International, che affianca il Comune di Cortona nelle relazioni internazionali e nel progetto I Grandi Musei a Cortona.

La mostra,sarà accompagnata da un catalogo edito da Skira.
http://www.beniculturali.it/