Cinema

(ASI) Lo si ricorda specialmente  in Spiederman 1, 2 e 3 nella parte di Harry Osborn, in arte Lord Goblin e il 124 hours, ma guai a parlargliene.

(ASI) Vince il sesso al discusso Festival di Roma. Il miglior film è Marfa girl di Larry Clark, che ripresenta dieci anni dopo lo scandaloso e vietato  in Australia Ben Park, un’altra storia di adolescenti tormentati avvezzi al sesso estremo. A Marfa, in Texas, vige il coprifuoco per i ragazzi e a scuola sono ancora in voga le punizioni corporali.

(ASI) S’impone nella sezione Prospettive Italia il film prodotto da Cattleya del bravo Francesco Amato Partiamo dalla fine. Uno sguardo intensissimo di Cosimo (Riccardo Scamarcio) e Nicole (la francese Clara Ponsot) che sembra a testimoniare che il loro amore è al centro di un loro intimo mondo.

  (ASI) Serpeggiava una notizia in sala stampa qualche ora prima della premiazione miglior regia Franchi, miglior attrice la Ferrari.

(ASI) Vince così la sezione “Alice “del Festival internazionale del film di Roma (quella dedicata ai più giovani) il film brasiliano “Il mio albero delle arance dolci” di Marcos Bernesteins al suo secondo lungometraggio.

(ASI) Tra le bellissime iniziative del Festival internazionale del film di Roma sono sicuramente da annoverare gli stage tenuti da Sergio Rubini, che ha lavorato, cercando di far capire alle giovani promesse del grande schermo come saper comunicare qualcosa attraverso lo sguardo, la gestualità e il controllo della voce. Rubini, insieme a Giovanni Veronesi, Francesca Archibugi e al maestro Marco Bellocchio selezionavamo il “nuovo volto” del cinema italiano.

(ASI) Parliamo di Giancarlo Parretti. I più giovani non sapranno neanche chi sia,ma fu l’orvietano, che in vent’anni passò dall’essere un semplice cameriere della sua città a presidente della Metro goldwin mayer (MGM). Una storia pazzesca, fatta di finanza, affari pericolose, luci e tante ombre, raccontata dal documentario di Aureliano Amidei.

(ASI) Figlio del grandissimo Francis, il quarantasettenne Roman rimane molto lusingato dalla nostra definizione del suo ultimo film “A glimpse inside the mind of Charles Swan” di commedia dalle tinte felliniane. E in effetti è proprio così e lo stesso Roman ha confessato di essere un appassionato ammiratore del grande Federico e nel finale del suo lavoro di essersi volutamente ispirato a 8 e mezzo.

(ASI) La Dreamworks si è davvero superata. Il produttore Guillermo Del Toro e il regista Peter Ramsey sono venuti a presentare le 5 leggende un film d’animazione in 3D, che potrebbe sbaragliare anche agli Oscar.

(ASI) Il regista di Alien più Rocky e Rambo. Si può già capire il genere, azione, sparatorie, violenza e combattiementi.

(ASI) Che fosse bravo lo sapevamo già, ma anche generoso, visto che ha partecipato amichevolmente al primo lungometraggio di Matteo Pellegrini di Italian movies.

  (ASI) Roma E’ arrivato lo Stallone americano. Si presenta Sylvester con giacca in doppio petto bianca, occhiali da sole, sembrando un boss italo-americano.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2019 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.