CINEMAUTISMO immagine(ASI) Torino. Cinemautismo, la prima rassegna cinematografica italiana dedicata all’autismo e alla sindrome di Asperger, torna anche quest’anno per la sua IX edizione a colorare di blu, colore simbolo dell'autismo, la città di Torino con quattro giornate di cinema e incontri, dal 2 al 5 aprile al Cinema Massimo, al Cecchi Point Hub Multiculturale e al Cinema Lux.

Il programma, che propone un’attenta selezione di pellicole tematiche provenienti da tutto il mondo di cui due in anteprima nazionale, è curato da Marco Mastino e Ginevra Tomei e organizzato dall’Associazione Museo Nazionale del Cinema, grazie alla collaborazione e al sostegno di Fondazione Paideia Onlus, Gruppo Asperger Onlus e Angsa Piemonte Onlus sez. di Torino e al sostegno di Fondazione CRT e di Motore di Ricerca - Comunità Attiva. Media partnership di Radio Energy e artinmovimento.com.

La rassegna inaugurerà domenica 2 aprile, Giornata Mondiale della Consapevolezza dell'Autismo, con una serata in collaborazione con Sottodiciotto Film Festival & Campus.

Al pubblico verrà presentato in anteprima nazionale il film americano Jane Wants a Boyfriend del regista indipendente di New York William C. Sullivan, commedia romantica con protagonista una giovane ragazza con sindrome di Asperger alla ricerca dell’amore.

Protagonista è la venticinquenne Jane, affetta dalla sindrome di Asperger, che, mossa dalla volontà di uscire dal proprio isolamento, decide di trovarsi un fidanzato, ma deve fare i conti con le preoccupazioni dell’iperprotettiva sorella maggiore, Bianca.

Girato in una New York magica e spesso notturna, interpretato da Louisa Krause nel ruolo principale, il lungometraggio ha vinto il premio per il miglior cast al Festival californiano di Napa Valley, dove Eliza Dushku (Bianca) ha ottenuto anche il riconoscimento come attrice preferita dal pubblico.

Il film affronta il problema della cosiddetta “neurodiversità” nella prospettiva insolita della commedia romantica e, caso raro tra le produzioni cinematografiche, mostra il punto di vista femminile, sfatando il mito dell’autismo come sinonimo di isolamento ed evidenziando, invece, la volontà della protagonista di vivere una storia d’amore, con tutte le difficoltà e le emozioni che questo comporta (ore 20.30, Cinema Massimo).

Siamo molto felici, quest’anno, di aprire cinemautismo insieme a Sottodiciotto Film Festival & Campus proprio nella giornata dedicata all’autismo del 2 aprile - commentano i curatori Marco Mastino e Ginevra Tomei. Ci piace poter condividere con altre realtà cinematografiche il nostro progetto e promuovere pellicole belle ed interessanti che spesso non hanno occasione di essere proiettate.

cinemautismo anche quest’anno - continuano i curatori - si apre a cinematografie e film internazionali che arrivano dagli Stati Uniti, dalla Malesia, dalla Repubblica Ceca e dal Brasile. Film e cortometraggi che, con attenzione e curiosità, si interrogano sull’autismo e sulla sindrome di Asperger affrontando il tema da diversi punti di vista per aprire, metaforicamente, le porte di questo mondo anche a chi non conosce, non sa, non capisce la realtà e la quotidianità delle persone autistiche. Per noi il cinema è divulgazione e apertura, conoscenza e scoperta, percorso visivo personale e collettivo dove arte e conoscenza si mescolano in armonia.

La rassegna continuerà fino al 5 marzo con appuntamenti e proiezioni giornaliere:

>> La serata di lunedì 3 aprile vedrà protagonista l’acclamato documentario Life, Animated di Roger Ross Williams, vincitore al Sundance Film Festival e candidato agli Oscar di quest’anno. Il film racconta il viaggio verso la vita adulta di Owen, giovane autistico che si relaziona con il mondo attraverso i classici della Walt Disney. Alla serata parteciperà Giovanni Morandini, autore insieme a Jonathan Zenti del documentario radiofonico Alias - cronache dal pianeta Asperger (ore 20.45, Cinema Massimo).

>> La terza giornata di martedì 4 aprile prevede due appuntamenti al Cecchi Point Hub Multiculturale: nel tardo pomeriggio sarà presentato il progetto AspieDubProject a cura di Teatro 8 che prevede la proiezione di cortometraggi, già presentati nelle precedenti edizioni di cinemAutismo, doppiati da ragazzi con sindrome di Asperger. Interverranno i partecipanti del laboratorio (ore 19.00, Cecchi Point). La sera sarà la volta di Normal Autistic Film di Miroslav Janek documentario ceco presentato all’ultimo Trieste Film Festival, che racconta la vita quotidiana di alcuni bambini e ragazzi all’interno dello spettro autistico (ore 21.00, Cecchi Point).

>> Nella serata finale di mercoledì 5 aprile, la rassegna si chiuderà con l’anteprima nazionale del lungometraggio Redha di Tunku Mona Riza, delicato racconto di una famiglia che si confronta con la diagnosi di autismo del figlio. La pellicola malese sarà preceduta dal cortometraggio brasiliano Delivery Boy di Vinicius Saramago proveniente dal 4° AS Film Festival, primo concorso cinematografico di cortometraggi organizzato con la partecipazione di ragazzi con sindrome di Asperger (ore 20.30, Cinema Lux).

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web: Eptaweb - Copyright © 2010-2016 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.