(ASI) Resiste la tradizione del picnic con circa 7,1 milioni di italiani che hanno scelto di trascorrere il giorno di Ferragosto all’aria aperta con piatti della tradizione portati da casa o grigliate sul posto.

E’ quanto emerge dall’indagine Coldiretti/Ixè dalla quale si evidenzia che piu’ di due italiani su tre (68%) non restano in casa a Ferragosto e sono in vacanza, hanno raggiunto parenti o amici oppure deciso di fare una semplice gita una gita fuori porta, anche con il classico picnic nel verde, al mare, in riva al lago, in montagna, in campagna, spinti dalle condizioni climatiche favorevoli quasi ovunque.,

Solo per poco più di un italiano su dieci (11%) - precisa la Coldiretti – il Ferragosto è un giorno come gli altri perché deve lavorare o ha deciso di non fare nulla di particolare mentre il 21% coglie l’occasione per stare in casa a riposare.

A tavola nell’occasione molti in alternativa al picnic, preferiscono mangiare nelle case di vacanza proprie o di parenti e amici ma anche in ristoranti, pizzerie, trattorie o – precisa la Coldiretti – agriturismi.

Sono circa 450mila i vacanzieri che hanno scelto di trascorrere il Ferragosto 2019 in agriturismo all’insegna della buona tavola e del relax all’aria aperta, sulla base delle indicazioni di Campagna Amica. A far scegliere l’agriturismo rispetto alle altre forme di ristorazione è certamente – sottolinea la Coldiretti – l’opportunità di conciliare la buona tavola con la possibilità di stare all’aria aperta avvalendosi anche delle comodità e dei servizi offerti. Se la cucina è una delle ragioni principali per scegliere l’agriturismo, sono sempre più spesso offerti programmi ricreativi come l’equitazione, il tiro con l’arco, il trekking ma non mancano – continua la Coldiretti – attività culturali come la visita di percorsi archeologici o naturalistici.

Dalla caponata di melanzane, tipicamente siciliana, alle frittole di maiale calabresi, dalla pastasciutta al sugo di papera che sono un cavallo di battaglia dell’Umbria agli zitoni di Ferragosto tipica pasta caratteristica della Costiera Amalfitana condita con pomodori freschi e secchi, dal coniglio all’ischitana tipico dell’Isola del golfo di Napoli alle lumache di Belluno, sono solo alcuni dei menu tipici della tradizione che gli italiani – sottolinea la Coldiretti – riscoprono nel giorno di Ferragosto negli agriturismi. La tradizione del Ferragosto – conclude la Coldiretti – nasce da un’antica festa pagana delle campagne (Feriae Augusti), dedicata alla raccolta dei cereali e ai momenti di prosperità dovuti alla loro abbondanza. Un rito che venne istituito nel 18 avanti Cristo in onore dell’Imperatore Augusto.