(ASI) Dopo il trasferimento dei lavoratori di Enerambiente, che non ricevono i loro stipendi da novembre, a due società genovesi che hanno vinto l'appalto per la raccolta di rifiuti a Napoli, oggi è stato indetto uno sciopero che ha ulterirmente bloccato la risoluzione del problema rifiuti nel capoluogo campano.

Circa 450 lavoratori di Enerambiente hanno fatto saltare questa notte la raccolta rifiuti che erano scesi lungo le strade di Napoli a circa 800 tonnellate e che, secondo l'assessore all'igene partenopeo Paolo Giacomelli, sarebbero potuti scendere a 500 se non vi fosse stato lo sciopero.