(ASI) Secondo uno studio fatto da Bankitalia Il 5% degli italiani non riesce ad estinguere un mutuo nei tempi stabiliti.


L'Italia, spicca con un tasso d'insolvenza dei mutuatari pari al 4,9%, tra i sette Paesi UE analizzati, superata solo dalla Spagna con il 5,5%. Seguono a distanza l'Irlanda (3,5%), la Francia (3,3%), il Regno Unito (2,3%), la Finlandia (2,3%) e l'Olanda (1,1%).
Pertanto un disoccupato su cinque non ce la fa a rimborsare il prestito sottoscritto secondo la scadenza. Lo studio di Via Nazionale, individua anche le caratteristiche del  mutuatario inadempiente, che nella maggior parte dei casi, risulta essere senza un impiego, senza un lavoro fisso o con un lavoro part-time. Le possibilità di rimborso, infatti, diminuiscono per i senza lavoro, che registrano un tasso d'insolvenza pari al 19%, per i single con figli (10,1%), per gli impiegati part-time (8,5%), per i precari (7,9%), per le classi d'età tra i 44-54  anni (6,1%). E, naturalmente, per le fasce più povere, il 25% dei mutuatari con il reddito più basso presenta un tasso al 14,5%.

 

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2019 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.