(ASI) Rimane altissima la tensione in Afghanistan dall'inizio del nuovo anno; salgono infatti a 9 le vittime tra le forze alleate dal 1 gennaio 2011.

 

Oggi la Forza internazionale di assistenza alla sicurezza (ISAF) sotto il comando Nato ha fatto sapere che tre suoi militari sono stati uccisi da ordigni piazziati dai guerriglieri talebani.

Due soldati sono rimasti uccisi dallo scoppio di un ordigno rudimentale piazzato nella zona est del paese, mentre un altro ha perso la vita a causa di una mina anti-uomo piazzata in una regione ancora non ben definita di una provincia meridonale.