(ASI) Si è trasformata in trageia la manifestaione indetta dal presidente Alassane Ouattara per rivendicare la vittoria elettorale riportata nello scorso novembre.

 

Secondo quanto riportato da Amnesty International gli scontri nati tra le forze dell'ordine e i sostenitori di Laurent Gbagbo,il presidente uscente, e quelli di Ouattara si sono trsformati in una violenta guerriglia urbana che ha coinvolto centinaia di persone.

Il bilancio non ancora definitivo è grave, con almeno 20 morti e altrettanti feriti.

L'ONU conanna fortemente gli accaduti e intanto alla Farnesina si apprende che il governo è in contatto con i 200 italiani che si trovano nel posto.