(ASI) E’ di almeno 300 morti e 500 feriti il bilancio dell’ultimo attacco sferrato dalle truppe governative di Kiev contro i ribelli filo russi.

Prosegue ininterrotta l’offensiva governativa contro i ribelli e pare che questi ultimi debbano subire senza la capacità militare di reagire.

Il parziale ritiro di Putin che è passato dalla minaccia militare alle proposte diplomatiche è senza alcun dubbio uno degli elementi che hanno indebolito i ribelli e rafforzato il governo di Kiev.
Redazione Agenzia Stampa Italia